Associazione Cacciatori Veneti

Mondo venatorio

Associazione venatoria italiana

Associazione Cacciatori Veneti Cani e Caccia

Caccia e pesca

Fucili doppiette sovrapposti

Associazione Regionale Provinciale Ultime Notizie Newsletter Notiziario Veneto Caccia Comunicati Stampa Leggi e Delibere Sentenze Stampati

Ultime Notizie

  « Home Page | « Elenco Ultime Notizie  
18.10.2006 • La Regione Veneto con decreto n.230 del 18/10/2006 autorizza la caccia in deroga alle specie Fringuello, Peppola e Storno. decreto 203 deroghe.pdf (1248Kb)

In allegato il decreto n.230 del 18/10/2006 che autorizza la possibilità di cacciare in deroga le specie Fringuello, Peppola e Storno.


Note esplicative sulle modalità di esercizio del prelievo in deroga. 


Con decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 230 emanato in data 18/10/2006 la Regione del Veneto ha disposto le nuove modalità per il prelievo in deroga relativo all’annata venatoria 2006-2007.


Di seguito si forniscono alcune utili precisazioni sulle modalità di prelievo:



  1. Le specie che possono essere abbattute sono 3 e precisamente Fringuello, Peppola e Storno.
  2. Non possono essere abbattuti : il Passero, la Passera mattugia, la Tortora dal collare e il Cormorano.
  3. Le quantità abbattibili sono:

    • Fringuello: carniere massimo giornaliero n. 20 capi, con un massimo di 50 capi per l’intera stagione venatoria;
    • Peppola : carniere massimo giornaliero n. 5 capi, con un massimo di 10 capi per l’intera stagione venatoria;
    • Storno: carniere massimo giornaliero n. 20 capi, con un massimo di 100 capi per l’intera stagione venatoria;

  4. I capi abbattuti vanno regolarmente annotati a fine giornata di caccia nel tesserino regionale, 

come lo scorso anno, negli spazi riservati alle “altre specie”.



  1. Sono ammessi i richiami vivi delle specie cacciabili in deroga purché provenienti da allevamento.
  2. Ogni quindici giorni ed esattamente entro il 6 novembre, 20 novembre, 5 dicembre, 20 dicembre e 31 marzo devono essere comunicati alla provincia i capi abbattuti in deroga, tramite la scheda di monitoraggio.
  3. La scheda di monitoraggio può essere ritirata presso gli uffici della provincia o presso il presidente della sezione comunale.
  4. Il cacciatore non ha l’obbligo di portare con sé la scheda di monitoraggio durante l’attività venatoria in quanto serve unicamente per comunicare i dati riepilogativi degli abbattimenti quindicinali alla provincia.
  5. Il cacciatore, entro i termini previsti nella scheda di monitoraggio provvede alla compilazione dei tagliandi relativi ai rendiconti quindicinali e provvede direttamente o tramite l’associazione venatoria di appartenenza alla trasmissione dei tagliandi alla provincia.

 


 


 

 
TESSERAMENTO 2018
Mercatino
Iscriviti alla NewsLetter
ACV Forum
Le ricette del carniere
ACV Gallery FOTO e VIDEO
Cerca Nel Sito
Mappa Del Sito
Links Utili

 

Visita i siti di:
Sergio Berlato





 
Associazione Cacciatori Veneti
Via Francesco Foscari, 8 - 36016 Thiene (Vicenza) - P. Iva 93001850242
Tel. 0445 367864   Fax. 0445 379119   info@associazionecacciatoriveneti.it  |  Cookies Policy
Created by
WildWeb